Rossini Opera Festival 2024

Rossini Opera Festival 2024

Dal 19/08/2024 al 23/08/2024

A partire da: € 1.740,00

4 Opere all’insegna di Rossini: Bianca e Falliero, Ermione, L’equivoco stravagante e Il barbiere di Siviglia

Il Rossini Opera Festival preserva e promuove il ricco patrimonio musicale di Gioachino Rossini. Fondato nel 1980, il ROF è diventato un faro nella scena operistica internazionale, unendo passione e dedizione per celebrare la grandezza di uno dei più grandi compositori italiani. Italia in Scena vi propone un viaggio incentrato sulle opere di Rossini e Pesaro Città della Cultura 2024.

Nel pacchetto sono inclusi un Libro Art Therapy e la Card Pesaro Capitale 2024:
Un viaggio culturale tra luoghi, eventi ed esperienze da vivere.

Block notes:
  • Opera Bianca e Falliero - Direttore ROBERTO ABBADO – in scena JESSICA PRATT
  • Opera Ermione Direttore MICHELE MARIOTTI – in scena ANASTASIA BARTOLI
  • Opera L’equivoco stravagante Direttore MICHELE SPOTTI – in scena NICOLA ALAIMO
  • Opera Il barbiere di Siviglia Direttore LORENZO PASSERINI  – in scena JACK SWANSON
  • Pesaro città della cultura 2024 Il tema: la natura della cultura, interazione tra arte, natura e tecnologia

*È possibile prolungare il soggiorno con più notti. 

Lunedì 19 Agosto 2024 – 1° giorno – arrivo a Pesaro

Arrivo autonomo a Pesaro.

Sistemazione nelle camere riservate presso:

Hotel Rossini 4* - https://www.hotelrossini.it/

si trova sul suggestivo lungomare di Pesaro, a soli 300 metri dal centro, e accoglie la sua clientela in ambienti eleganti e confortevoli, dove la cordialità incontra l’efficienza. Gli ospiti dell'Hotel possono godere di una ricca colazione a buffet, del ristorante dai sapori marchigiani e della nostra terrazza con solarium, per poi rilassarsi nell’ampia spiaggia di sabbia. Le camere saranno pronte nel primo pomeriggio.

*La disponibilità dell'hotel è limitata, l'offerta può essere modificata al momento della richiesta con hotel similari

Nel pacchetto sono inclusi un Libro Art Therapy e la Card Pesaro Capitale 2024:
Un viaggio culturale tra luoghi, eventi ed esperienze da vivere.

I Luoghi

Palazzo Mosca - Musei Civici | Casa Rossini | Area archeologica di via dell’Abbondanza | Museo della Bicicletta | Centro Arti Visive Pescheria | Area Archeologica e Antiquarium di Colombarone | Museo Archeologico Oliveriano | Palazzo Ducale | Casa-Museo Giovanni Gentiletti | Museo Officine Benelli | Sinagoga | Musei Civici Palazzo Ciacchi.

20.00: Opera BIANCA E FALLIERO - Posti: Platea e/o Palco, 1/2a categoria 
al PALAFESTIVAL

Melodramma in due atti di Giuseppe Felice Romani
Musica di Gioachino Rossini
Edizione critica della Fondazione Rossini, a cura di Gabriele Dotto  

Direttore ROBERTO ABBADO
Regia JEAN-LOUIS GRINDA
Scene e Costumi RUDY SABOUNGHI
Luci LAURENT CASTAINGT  

CAST

Priuli NICOLÒ DONINI
Contareno DMITRY KORCHAK
Capellio GIORGI MANOSHVILI
Falliero AYA WAKIZONO
Bianca JESSICA PRATT
Costanza CARMEN BUENDÍA
Ufficiale / Usciere CLAUDIO ZAZZARO
Cancelliere DANGELO DÍAZ

CORO DEL TEATRO VENTIDIO BASSO
Maestro del Coro GIOVANNI FARINA
ORCHESTRA SINFONICA NAZIONALE DELLA RAI
Nuova produzione

SOGGETTO

Bianca e Falliero, melodramma in due atti su libretto di Felice Romani, fu messa in scena per la prima volta a Milano il 26 dicembre 1819 al Teatro alla Scala.
Primi esecutori furono Alessandro de Angeli (Priuli), Claudio Bonoldi (Contareno), Giuseppe Fioravanti (Capellio), N.N. (Loredano), Carolina Bassi (Falliero), Violante Camporesi (Bianca), Adelaide Ghinzani (Costanza) e Francesco Biscottini (cancelliere).
L’autografo è custodito presso l’Archivio di Casa Ricordi.   Il soggetto è tratto da Blanche et Montcassin (1798) di A.v.Arnhault.

Martedì 20 Agosto 2024 – 2° giorno – Pesaro

Prima colazione in albergo.

Pesaro 2024

Consigliamo la visita di Casa Rossini con la mostra dedicata a “Il viaggio di Reims”.
La mostra vuole ripercorrere la fortuna dell’opera rossiniana dal suo primo debutto alle più recenti rappresentazioni, con particolare riferimento all’indimenticabile “prima” del Rossini Opera Festival. Curata da Catia Amati, Lucia Ferrati, Maria Chiara Mazzi e Andrea Parissi, con la collaborazione di Sergio Ragni e Luigi Cuoco, si articolerà tra Casa Rossini - dove saranno esposti spartiti, libretti d’epoca, incisioni e fotografie degli interpreti antichi e contemporanei, locandine, costumi di scena, programmi di sala e manifesti delle rappresentazioni ROF - e il Museo Nazionale Rossini.

Suggeriamo l’esperienza Rossini Gourmet: Degustazione audioguidata delle ricette di Rossini. Gioachino Rossini era un grande conoscitore della gastronomia, esperto gourmand e amante della buona cucina.

20.00: Opera ERMIONE - Posti: Platea e/o Palco, 1/2a categoria 
alla VITRIFRIGO ARENA  

Azione tragica in due atti su libretto di Andrea Leone Tottola
Musica di Gioachino Rossini
Edizione critica della Fondazione Rossini, a cura di Patricia B. Brauner e Philip Gosset  

Direttore MICHELE MARIOTTI
Regia JOHANNES ERATH
Scene HEIKE SCHEELE
Costumi JORGE JARA
Video BIBI ABEL
Luci FABIO ANTOCI 

CAST

Ermione ANASTASIA BARTOLI
Andromaca VICTORIA YAROVAYA
Pirro ENEA SCALA
Oreste JUAN DIEGO FLÓREZ
Pilade ANTONIO MANDRILLO
Fenicio MICHAEL MOFIDIAN
Cleone MARTINIANA ANTONIE
Cefisa PAOLA LEGUIZAMÓN
Attalo TIANXUEFEI SUN

CORO DEL TEATRO VENTIDIO BASSO
Maestro del Coro GIOVANNI FARINA
ORCHESTRA SINFONICA NAZIONALE DELLA RAI

SOGGETTO
Ermione, azione tragica in due atti su libretto di Andrea Leone Tottola, fu rappresentata per la prima volta al Teatro San Carlo di Napoli il 27 marzo 1819.
Interpreti della prima rappresentazione furono Isabella Colbran (Ermione), Rosmunda Pisaroni (Andromaca), Andrea Nozzari (Pirro), Giovanni David (Oreste), Giuseppe Ciccimarra (Pilade), Michele Benedetti (Fenicio), Maria Manzi (Cleone), De Bernardis (Cefisa) e Gaetano Chizzola (Attalo).
Il soggetto è tratto dalla tragedia Andromaque di Jean Racine.

Casa Rossini

La casa natale di Gioachino Rossini sorge sull´antica “Via del Duomo” (oggi via Rossini). Risale al XV secolo la realizzazione dei piani terra e primo, mentre i due superiori sono aggiunti in seguito. Nei primi decenni del Settecento, una consistente ristrutturazione coinvolge facciata e interno, composto da quattro piani e da un sotterraneo. In questa abitazione Rossini nasce il 29 febbraio 1792 come ricorda l’iscrizione commemorativa posta in una stanza del primo piano: “La divina arte della musica arrise in questa stanza alla nascita di Gioacchino Rossini”. Il compositore qui trascorre i primi anni di vita assieme alla sua famiglia.  Della struttura originaria è possibile oggi ammirare le imposte delle finestre ad arco, i camini anneriti dal fumo e alcuni elementi di un’antica cucina. Nel 1892, a cento anni dalla nascita di Rossini, il Comune di Pesaro acquista il palazzo e lo adibisce a museo; nel 1904 viene dichiarato monumento nazionale.

Mercoledì 21 Agosto 2024 – 3° giorno – Pesaro

Prima colazione in albergo.

Pesaro 2024

Magazzini Rossini.

Il progetto riporterà alla luce le scenografie, i costumi e gli elementi che hanno reso possibile la creazione di spettacoli lirici indimenticabili nel corso di oltre quarant'anni. Questo patrimonio storico, prima nascosto nei depositi, torna ora in vita sottoforma di intervento artistico diffuso nello spazio urbano. Ciò che era un allestimento, come ad esempio la magnifica torta utilizzata nella scenografia dell'opera "Adina" nel 2018, ora diventa un’installazione accessibile ai visitatori, trasformandosi in una sorta di casa delle bambole in cui potersi addentrare. La scenografia offre ai visitatori la possibilità di immergersi in un mondo incantato, consentendo la rivalorizzazione di materiali precedentemente in disuso. Le scenografie e i costumi del ROF (Rossini Opera Festival) saranno inoltre esposti in spazi dedicati e nei negozi del centro, offrendo a tutti la possibilità di ammirare e apprezzare la bellezza e la creatività che hanno reso possibile la realizzazione di 76 produzioni liriche straordinarie.

20.00: Opera L’EQUIVOCO STRAVAGANTE - Posti: Platea e/o Palco, 1/2a categoria 
al TEATRO ROSSINI  

Dramma giocoso in due atti su libretto di Gaetano Gasbarri
Musica di Gioachino Rossini
Edizione critica della Fondazione Rossini, in collaborazione con Casa Ricordi, a cura di Marco Beghelli e Stefano Piana  

Direttore MICHELE SPOTTI
Regia MOSHE LEISER e PATRICE CAURIER
Scene CHRISTIAN FENOUILLAT
Costumi AGOSTINO CAVALCA
Luci CHRISTOPHE FOREY

CAST

Ernestina MARIA BARAKOVA
Gamberotto NICOLA ALAIMO
Buralicchio CARLES PACHÓN
Ermanno PIETRO ADAÍNI
Rosalia PATRICIA CALVACHE
Frontino MATTEO MACCHIONI  

CORO DEL TEATRO DELLA FORTUNA
Maestro del Coro MIRCA ROSCIANI
FILARMONICA G. ROSSINI
Produzione 2019, riallestimento

SOGGETTO
L’equivoco stravagante, dramma giocoso in due atti su libretto di Gaetano Gasbarri, fu rappresentata per la prima volta al Teatro del Corso di Bologna il 26 ottobre 1811. Interpreti della prima rappresentazione furono Maria Marcolini (Ernestina), Tommaso Berti (Ermanno), Domenico Vaccani (Gamberotto), Paolo Rosich (Buralicchio), Angiola Chies (Rosalia), Giuseppe Spirito (Frontino).
In assenza del manoscritto autografo l’edizione critica è stata condotta attraverso la ollazione delle fonti ottocentesche superstiti, utilizzando in particolare una copia conservata a Parigi.

Percorso sculture all’aperto

Gli amanti dell’arte potranno scoprire a Pesaro un parco urbano diffuso con importanti sculture contemporanee all’aperto, disseminate tra il lungomare, il centro storico e la periferia, che possono diventare tappe di un interessante itinerario tematico. In piazzale della Libertà, La Sfera Grande di Arnaldo Pomodoro (1971 -1998) è stata uno dei primi interventi ed è ormai il simbolo di Pesaro. Iin piazza Toschi-Mosca si trova La scultura della Memoria (2018), monumentale opera marmorea di Giuliano Vangi, e un altro capolavoro è L’Occhio del Cielo n2 (2005) di Eliseo Mattiacci, una spirale in acciaio che evoca i moti celesti, in dialogo con la stele in rame I Segni della Memoria di Giovanni Gentiletti, qui allestita nel 2022. Le opere del parco urbano diffuso sono molte e consigliamo di seguire l’itinerario del Comune di Pesaro.

Giovedì 22 Agosto 2024 – 4° giorno – Pesaro

Prima colazione in albergo.

Pesaro 2024

PERCORSO DA RAFFAELLO A LAZZARINI NEI DISEGNI DELL’OLIVERIANA DI PESARO.

La Biblioteca Oliveriana di Pesaro conserva un’importante collezione di disegni donata alla fine dell’Ottocento dal marchese Ciro Antaldi Santinelli (1825-1907). Questa raccolta, avviata in Urbino grazie al pittore Timoteo Viti (1469-1523), amico e collaboratore di Raffaello, era stata famosa tra Sette e Ottocento per il gran numero di autografi raffaelleschi che la rendevano unica e che, venduti dagli antichi proprietari in diverse occasioni, costituiscono oggi il vanto dei più importanti musei del mondo. Di questi disegni a Pesaro ne resta solo uno. Nella stessa collezione si conservano però anche altri importanti fogli di Federico Barocci, Simone Cantarini e Giovanni Andrea Lazzarini, artisti fortemente legati al territorio e all’opera di Raffaello.

Una mostra che celebra “Raffaello pesarese”, il suo reale disegno, gli altri elaborati grafici, un tempo pesaresi anch’essi, che tornano magicamente a casa, ma anche i fogli di Federico Barocci, protagonista anch’egli del 2024.

20.00: Opera IL BARBIERE DI SIVIGLIA - Posti: Platea e/o Palco, 1/2a categoria 
alla VITRIFRIGO ARENA    

Melodramma buffo in due atti su libretto di Cesare Sterbini
Musica di Gioachino Rossini
Edizione critica Fondazione Rossini/Casa Ricordi, a cura di Alberto Zedda  

Direttore LORENZO PASSERINI
Regia, scene e costumi PIER LUIGI PIZZI
Regista collaboratore e Luci MASSIMO GASPARON

CAST

Il Conte d’Almaviva JACK SWANSON
Bartolo CARLO LEPORE
Rosina MARIA KATAEVA
Figaro ANDRZEJ FILONCZYK
Don Basilio MICHELE PERTUSI
Berta PATRIZIA BICCIRÈ
Fiorello / Ufficiale WILLIAM CORRÒ  

CORO DEL TEATRO VENTIDIO BASSO
Maestro del Coro GIOVANNI FARINA
ORCHESTRA SINFONICA G. ROSSINI
Produzione 2018, riallestimento

SOGGETTO
Almaviva, ossia L’Inutile precauzione, in seguito chiamata Il barbiere di Siviglia, melodramma buffo in due atti su libretto di Cesare Sterbini, fu rappresentata per la prima volta al Teatro Argentina di Roma il 20 febbraio 1816.
Interpreti della prima rappresentazione: Emanuele Garcia (Almaviva), Bartolomeo Botticelli (Bartolo), Geltrude Righetti-Giorgi (Rosina), Luigi Zamboni (Figaro), Zenobio Vitarelli (Basilio), Elisabetta Loiselet (Berta), Paolo Biagelli (Fiorello).
Il soggetto è tratto dal celebre Le barbier de Seville ou La précaution inutile di Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais (1775). 

Museo Archeologico Oliveriano

Il Museo Archeologico Oliveriano nacque insieme alla Biblioteca Oliveriana grazie alla donazione di Annibale Degli Abbati Olivieri, avvenuta con il Testamento redatto nel 1756. La donazione fu  incrementata ulteriormente dal successivo lascito del 1787, grazie al quale confluirono nel patrimonio già donato non solo altri volumi e reperti collezionati dall’Olivieri, ma anche quelli appartenenti a Giovan Battista Passeri, che volle seguire l’esempio dell’amico mecenate. È inoltre  possibile ammirare la ricca collezione di epigrafi in marmo, la cui datazione va dall’età romana arcaica al Rinascimento, che adorna l’area cortilizia e le pareti dello scalone balaustrato in marmo di Palazzo Almerici, nonché cippi e marmi di provenienza locale; entrando nella Biblioteca sono visibili le collezioni di avori, bronzetti, gemme, cammei, monete, medaglie e placchette: un’occasione anche per ammirare i meravigliosi affreschi dell’urbinate Carlo Paolucci, allievo di Giannandrea Lazzarini.

Venerdì 23 Agosto 2024 – 5° giorno – partenza da Pesaro

Prima colazione in albergo e rilascio delle camere.

QUOTE INDIVIDUALI DI PARTECIPAZIONE

In camera doppia 1.740,00 Euro
Supplemento camera doppia uso singola per notte  Euro 500,00

INCLUSO NEL NOSTRO PACCHETTO:
  • 4 pernottamenti con prima colazione in hotel 4* centrale a Pesaro;
  • Biglietto opera Bianca e Falliero in Platea e/o Palco, 1/2a categoria il 19/08/2024
  • Biglietto opera Ermione in Platea e/o Palco, 1/2a categoria il 20/08/2024
  • Biglietto opera L’equivoco stravagante in Platea e/o Palco, 1/2a categoria il 21/08/2024
  • Biglietto opera Il Barbiere di Siviglia in Platea e/o Palco, 1/2a categoria il 22/08/2024
  • Pesaro 2024 Card
  • Art Therapy Book a camera in ricordo dell’esperienza;
  • Assicurazione medico bagaglio
  • Assistenza Telefonica

LA QUOTA NON COMPRENDE:
  • Tasse di soggiorno per persona per notte da pagare in loco;
  • Viaggio per/da Pesaro;
  • Extra, mance e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

COME PRENOTARE:

La prenotazione diviene effettiva al ricevimento di:
1. Contratto di viaggio che vi invieremo al momento della prenotazione
2. Saldo entro cinque gironi lavorativi dalla conferma della prenotazione

CANCELLAZIONE

In caso di CANCELLAZIONE non è previsto nessun rimborso.

Polizza Medico Bagaglio inclusa nel pacchetto

POLIZZE ASSICURATIVE SUPPLEMENTARI

È possibile sottoscrivere contestualmente alla prenotazione al viaggio la polizza "Annullamento Viaggio" (a richiesta si invia normativa)
Importo per persona in camera doppia e/o singola € 40,00 euro a persona.

Lunedì 19 Agosto 2024 – 1° giorno – arrivo a Pesaro

Arrivo autonomo a Pesaro.

Sistemazione nelle camere riservate presso:

Hotel Rossini 4* - https://www.hotelrossini.it/

si trova sul suggestivo lungomare di Pesaro, a soli 300 metri dal centro, e accoglie la sua clientela in ambienti eleganti e confortevoli, dove la cordialità incontra l’efficienza. Gli ospiti dell'Hotel possono godere di una ricca colazione a buffet, del ristorante dai sapori marchigiani e della nostra terrazza con solarium, per poi rilassarsi nell’ampia spiaggia di sabbia. Le camere saranno pronte nel primo pomeriggio.

*La disponibilità dell'hotel è limitata, l'offerta può essere modificata al momento della richiesta con hotel similari

Nel pacchetto sono inclusi un Libro Art Therapy e la Card Pesaro Capitale 2024:
Un viaggio culturale tra luoghi, eventi ed esperienze da vivere.

I Luoghi

Palazzo Mosca - Musei Civici | Casa Rossini | Area archeologica di via dell’Abbondanza | Museo della Bicicletta | Centro Arti Visive Pescheria | Area Archeologica e Antiquarium di Colombarone | Museo Archeologico Oliveriano | Palazzo Ducale | Casa-Museo Giovanni Gentiletti | Museo Officine Benelli | Sinagoga | Musei Civici Palazzo Ciacchi.

20.00: Opera BIANCA E FALLIERO - Posti: Platea e/o Palco, 1/2a categoria 
al PALAFESTIVAL

Melodramma in due atti di Giuseppe Felice Romani
Musica di Gioachino Rossini
Edizione critica della Fondazione Rossini, a cura di Gabriele Dotto  

Direttore ROBERTO ABBADO
Regia JEAN-LOUIS GRINDA
Scene e Costumi RUDY SABOUNGHI
Luci LAURENT CASTAINGT  

CAST

Priuli NICOLÒ DONINI
Contareno DMITRY KORCHAK
Capellio GIORGI MANOSHVILI
Falliero AYA WAKIZONO
Bianca JESSICA PRATT
Costanza CARMEN BUENDÍA
Ufficiale / Usciere CLAUDIO ZAZZARO
Cancelliere DANGELO DÍAZ

CORO DEL TEATRO VENTIDIO BASSO
Maestro del Coro GIOVANNI FARINA
ORCHESTRA SINFONICA NAZIONALE DELLA RAI
Nuova produzione

SOGGETTO

Bianca e Falliero, melodramma in due atti su libretto di Felice Romani, fu messa in scena per la prima volta a Milano il 26 dicembre 1819 al Teatro alla Scala.
Primi esecutori furono Alessandro de Angeli (Priuli), Claudio Bonoldi (Contareno), Giuseppe Fioravanti (Capellio), N.N. (Loredano), Carolina Bassi (Falliero), Violante Camporesi (Bianca), Adelaide Ghinzani (Costanza) e Francesco Biscottini (cancelliere).
L’autografo è custodito presso l’Archivio di Casa Ricordi.   Il soggetto è tratto da Blanche et Montcassin (1798) di A.v.Arnhault.

Martedì 20 Agosto 2024 – 2° giorno – Pesaro

Prima colazione in albergo.

Pesaro 2024

Consigliamo la visita di Casa Rossini con la mostra dedicata a “Il viaggio di Reims”.
La mostra vuole ripercorrere la fortuna dell’opera rossiniana dal suo primo debutto alle più recenti rappresentazioni, con particolare riferimento all’indimenticabile “prima” del Rossini Opera Festival. Curata da Catia Amati, Lucia Ferrati, Maria Chiara Mazzi e Andrea Parissi, con la collaborazione di Sergio Ragni e Luigi Cuoco, si articolerà tra Casa Rossini - dove saranno esposti spartiti, libretti d’epoca, incisioni e fotografie degli interpreti antichi e contemporanei, locandine, costumi di scena, programmi di sala e manifesti delle rappresentazioni ROF - e il Museo Nazionale Rossini.

Suggeriamo l’esperienza Rossini Gourmet: Degustazione audioguidata delle ricette di Rossini. Gioachino Rossini era un grande conoscitore della gastronomia, esperto gourmand e amante della buona cucina.

20.00: Opera ERMIONE - Posti: Platea e/o Palco, 1/2a categoria 
alla VITRIFRIGO ARENA  

Azione tragica in due atti su libretto di Andrea Leone Tottola
Musica di Gioachino Rossini
Edizione critica della Fondazione Rossini, a cura di Patricia B. Brauner e Philip Gosset  

Direttore MICHELE MARIOTTI
Regia JOHANNES ERATH
Scene HEIKE SCHEELE
Costumi JORGE JARA
Video BIBI ABEL
Luci FABIO ANTOCI 

CAST

Ermione ANASTASIA BARTOLI
Andromaca VICTORIA YAROVAYA
Pirro ENEA SCALA
Oreste JUAN DIEGO FLÓREZ
Pilade ANTONIO MANDRILLO
Fenicio MICHAEL MOFIDIAN
Cleone MARTINIANA ANTONIE
Cefisa PAOLA LEGUIZAMÓN
Attalo TIANXUEFEI SUN

CORO DEL TEATRO VENTIDIO BASSO
Maestro del Coro GIOVANNI FARINA
ORCHESTRA SINFONICA NAZIONALE DELLA RAI

SOGGETTO
Ermione, azione tragica in due atti su libretto di Andrea Leone Tottola, fu rappresentata per la prima volta al Teatro San Carlo di Napoli il 27 marzo 1819.
Interpreti della prima rappresentazione furono Isabella Colbran (Ermione), Rosmunda Pisaroni (Andromaca), Andrea Nozzari (Pirro), Giovanni David (Oreste), Giuseppe Ciccimarra (Pilade), Michele Benedetti (Fenicio), Maria Manzi (Cleone), De Bernardis (Cefisa) e Gaetano Chizzola (Attalo).
Il soggetto è tratto dalla tragedia Andromaque di Jean Racine.

Casa Rossini

La casa natale di Gioachino Rossini sorge sull´antica “Via del Duomo” (oggi via Rossini). Risale al XV secolo la realizzazione dei piani terra e primo, mentre i due superiori sono aggiunti in seguito. Nei primi decenni del Settecento, una consistente ristrutturazione coinvolge facciata e interno, composto da quattro piani e da un sotterraneo. In questa abitazione Rossini nasce il 29 febbraio 1792 come ricorda l’iscrizione commemorativa posta in una stanza del primo piano: “La divina arte della musica arrise in questa stanza alla nascita di Gioacchino Rossini”. Il compositore qui trascorre i primi anni di vita assieme alla sua famiglia.  Della struttura originaria è possibile oggi ammirare le imposte delle finestre ad arco, i camini anneriti dal fumo e alcuni elementi di un’antica cucina. Nel 1892, a cento anni dalla nascita di Rossini, il Comune di Pesaro acquista il palazzo e lo adibisce a museo; nel 1904 viene dichiarato monumento nazionale.

Mercoledì 21 Agosto 2024 – 3° giorno – Pesaro

Prima colazione in albergo.

Pesaro 2024

Magazzini Rossini.

Il progetto riporterà alla luce le scenografie, i costumi e gli elementi che hanno reso possibile la creazione di spettacoli lirici indimenticabili nel corso di oltre quarant'anni. Questo patrimonio storico, prima nascosto nei depositi, torna ora in vita sottoforma di intervento artistico diffuso nello spazio urbano. Ciò che era un allestimento, come ad esempio la magnifica torta utilizzata nella scenografia dell'opera "Adina" nel 2018, ora diventa un’installazione accessibile ai visitatori, trasformandosi in una sorta di casa delle bambole in cui potersi addentrare. La scenografia offre ai visitatori la possibilità di immergersi in un mondo incantato, consentendo la rivalorizzazione di materiali precedentemente in disuso. Le scenografie e i costumi del ROF (Rossini Opera Festival) saranno inoltre esposti in spazi dedicati e nei negozi del centro, offrendo a tutti la possibilità di ammirare e apprezzare la bellezza e la creatività che hanno reso possibile la realizzazione di 76 produzioni liriche straordinarie.

20.00: Opera L’EQUIVOCO STRAVAGANTE - Posti: Platea e/o Palco, 1/2a categoria 
al TEATRO ROSSINI  

Dramma giocoso in due atti su libretto di Gaetano Gasbarri
Musica di Gioachino Rossini
Edizione critica della Fondazione Rossini, in collaborazione con Casa Ricordi, a cura di Marco Beghelli e Stefano Piana  

Direttore MICHELE SPOTTI
Regia MOSHE LEISER e PATRICE CAURIER
Scene CHRISTIAN FENOUILLAT
Costumi AGOSTINO CAVALCA
Luci CHRISTOPHE FOREY

CAST

Ernestina MARIA BARAKOVA
Gamberotto NICOLA ALAIMO
Buralicchio CARLES PACHÓN
Ermanno PIETRO ADAÍNI
Rosalia PATRICIA CALVACHE
Frontino MATTEO MACCHIONI  

CORO DEL TEATRO DELLA FORTUNA
Maestro del Coro MIRCA ROSCIANI
FILARMONICA G. ROSSINI
Produzione 2019, riallestimento

SOGGETTO
L’equivoco stravagante, dramma giocoso in due atti su libretto di Gaetano Gasbarri, fu rappresentata per la prima volta al Teatro del Corso di Bologna il 26 ottobre 1811. Interpreti della prima rappresentazione furono Maria Marcolini (Ernestina), Tommaso Berti (Ermanno), Domenico Vaccani (Gamberotto), Paolo Rosich (Buralicchio), Angiola Chies (Rosalia), Giuseppe Spirito (Frontino).
In assenza del manoscritto autografo l’edizione critica è stata condotta attraverso la ollazione delle fonti ottocentesche superstiti, utilizzando in particolare una copia conservata a Parigi.

Percorso sculture all’aperto

Gli amanti dell’arte potranno scoprire a Pesaro un parco urbano diffuso con importanti sculture contemporanee all’aperto, disseminate tra il lungomare, il centro storico e la periferia, che possono diventare tappe di un interessante itinerario tematico. In piazzale della Libertà, La Sfera Grande di Arnaldo Pomodoro (1971 -1998) è stata uno dei primi interventi ed è ormai il simbolo di Pesaro. Iin piazza Toschi-Mosca si trova La scultura della Memoria (2018), monumentale opera marmorea di Giuliano Vangi, e un altro capolavoro è L’Occhio del Cielo n2 (2005) di Eliseo Mattiacci, una spirale in acciaio che evoca i moti celesti, in dialogo con la stele in rame I Segni della Memoria di Giovanni Gentiletti, qui allestita nel 2022. Le opere del parco urbano diffuso sono molte e consigliamo di seguire l’itinerario del Comune di Pesaro.

Giovedì 22 Agosto 2024 – 4° giorno – Pesaro

Prima colazione in albergo.

Pesaro 2024

PERCORSO DA RAFFAELLO A LAZZARINI NEI DISEGNI DELL’OLIVERIANA DI PESARO.

La Biblioteca Oliveriana di Pesaro conserva un’importante collezione di disegni donata alla fine dell’Ottocento dal marchese Ciro Antaldi Santinelli (1825-1907). Questa raccolta, avviata in Urbino grazie al pittore Timoteo Viti (1469-1523), amico e collaboratore di Raffaello, era stata famosa tra Sette e Ottocento per il gran numero di autografi raffaelleschi che la rendevano unica e che, venduti dagli antichi proprietari in diverse occasioni, costituiscono oggi il vanto dei più importanti musei del mondo. Di questi disegni a Pesaro ne resta solo uno. Nella stessa collezione si conservano però anche altri importanti fogli di Federico Barocci, Simone Cantarini e Giovanni Andrea Lazzarini, artisti fortemente legati al territorio e all’opera di Raffaello.

Una mostra che celebra “Raffaello pesarese”, il suo reale disegno, gli altri elaborati grafici, un tempo pesaresi anch’essi, che tornano magicamente a casa, ma anche i fogli di Federico Barocci, protagonista anch’egli del 2024.

20.00: Opera IL BARBIERE DI SIVIGLIA - Posti: Platea e/o Palco, 1/2a categoria 
alla VITRIFRIGO ARENA    

Melodramma buffo in due atti su libretto di Cesare Sterbini
Musica di Gioachino Rossini
Edizione critica Fondazione Rossini/Casa Ricordi, a cura di Alberto Zedda  

Direttore LORENZO PASSERINI
Regia, scene e costumi PIER LUIGI PIZZI
Regista collaboratore e Luci MASSIMO GASPARON

CAST

Il Conte d’Almaviva JACK SWANSON
Bartolo CARLO LEPORE
Rosina MARIA KATAEVA
Figaro ANDRZEJ FILONCZYK
Don Basilio MICHELE PERTUSI
Berta PATRIZIA BICCIRÈ
Fiorello / Ufficiale WILLIAM CORRÒ  

CORO DEL TEATRO VENTIDIO BASSO
Maestro del Coro GIOVANNI FARINA
ORCHESTRA SINFONICA G. ROSSINI
Produzione 2018, riallestimento

SOGGETTO
Almaviva, ossia L’Inutile precauzione, in seguito chiamata Il barbiere di Siviglia, melodramma buffo in due atti su libretto di Cesare Sterbini, fu rappresentata per la prima volta al Teatro Argentina di Roma il 20 febbraio 1816.
Interpreti della prima rappresentazione: Emanuele Garcia (Almaviva), Bartolomeo Botticelli (Bartolo), Geltrude Righetti-Giorgi (Rosina), Luigi Zamboni (Figaro), Zenobio Vitarelli (Basilio), Elisabetta Loiselet (Berta), Paolo Biagelli (Fiorello).
Il soggetto è tratto dal celebre Le barbier de Seville ou La précaution inutile di Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais (1775). 

Museo Archeologico Oliveriano

Il Museo Archeologico Oliveriano nacque insieme alla Biblioteca Oliveriana grazie alla donazione di Annibale Degli Abbati Olivieri, avvenuta con il Testamento redatto nel 1756. La donazione fu  incrementata ulteriormente dal successivo lascito del 1787, grazie al quale confluirono nel patrimonio già donato non solo altri volumi e reperti collezionati dall’Olivieri, ma anche quelli appartenenti a Giovan Battista Passeri, che volle seguire l’esempio dell’amico mecenate. È inoltre  possibile ammirare la ricca collezione di epigrafi in marmo, la cui datazione va dall’età romana arcaica al Rinascimento, che adorna l’area cortilizia e le pareti dello scalone balaustrato in marmo di Palazzo Almerici, nonché cippi e marmi di provenienza locale; entrando nella Biblioteca sono visibili le collezioni di avori, bronzetti, gemme, cammei, monete, medaglie e placchette: un’occasione anche per ammirare i meravigliosi affreschi dell’urbinate Carlo Paolucci, allievo di Giannandrea Lazzarini.

Venerdì 23 Agosto 2024 – 5° giorno – partenza da Pesaro

Prima colazione in albergo e rilascio delle camere.

QUOTE INDIVIDUALI DI PARTECIPAZIONE

In camera doppia 1.740,00 Euro
Supplemento camera doppia uso singola per notte  Euro 500,00

INCLUSO NEL NOSTRO PACCHETTO:
  • 4 pernottamenti con prima colazione in hotel 4* centrale a Pesaro;
  • Biglietto opera Bianca e Falliero in Platea e/o Palco, 1/2a categoria il 19/08/2024
  • Biglietto opera Ermione in Platea e/o Palco, 1/2a categoria il 20/08/2024
  • Biglietto opera L’equivoco stravagante in Platea e/o Palco, 1/2a categoria il 21/08/2024
  • Biglietto opera Il Barbiere di Siviglia in Platea e/o Palco, 1/2a categoria il 22/08/2024
  • Pesaro 2024 Card
  • Art Therapy Book a camera in ricordo dell’esperienza;
  • Assicurazione medico bagaglio
  • Assistenza Telefonica

LA QUOTA NON COMPRENDE:
  • Tasse di soggiorno per persona per notte da pagare in loco;
  • Viaggio per/da Pesaro;
  • Extra, mance e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

COME PRENOTARE:

La prenotazione diviene effettiva al ricevimento di:
1. Contratto di viaggio che vi invieremo al momento della prenotazione
2. Saldo entro cinque gironi lavorativi dalla conferma della prenotazione

CANCELLAZIONE

In caso di CANCELLAZIONE non è previsto nessun rimborso.

Polizza Medico Bagaglio inclusa nel pacchetto

POLIZZE ASSICURATIVE SUPPLEMENTARI

È possibile sottoscrivere contestualmente alla prenotazione al viaggio la polizza "Annullamento Viaggio" (a richiesta si invia normativa)
Importo per persona in camera doppia e/o singola € 40,00 euro a persona.


Prenota il tuo viaggio

Persone totali
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*
Richiesta

Eventi nella stessa regione